PROGRAMMA-GPM-FANO

I soggetti con disturbo borderline di personalità (BPD) costituiscono circa il 25% dei pazienti sia ricoverati che ambulatoriali. In un’epoca in cui i costi della sanità sono sempre più elevati, le cure fornite loro sono spesso estremamente costose ed incongrue in termini di qualità ed evidenze scientifiche, con elevato rischio di cronicizzazione e sviluppo di comorbilità, complicanze medico-legali, burn out dell’equipe, aumento del carico familiare.

Il GPM è un intervento evidence-based manualizzato a bassa intensità e per questo facilmente utilizzabile  sia nei servizi sia in ambito privato. Lo scopo del modello è quello di fornire i mezzi (tra i quali: gestione della crisi, comunicazione della diagnosi, interventi psicoeducativi, approcci familiari) attraverso i quali i  professionisti della salute mentale possano diventare “sufficientemente bravi” per trattare con competenza la maggior parte dei casi di pazienti con Disturbo Borderline di Personalità.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *